Arrampicato su una piccola altura a pochi chilometri dalla costa e immerso nel verde delle campagne maremmane troviamo il borgo di Capalbio.

La sua posizione strategica e il patrimonio artistico e culturale lo hanno reso un punto di riferimento sia del
passato (periodo rinascimentale), sia del presente. Il paese fa parte dell’area turistica dell’Argentario ed è diventato un polo
turistico di riferimento a livello nazionale e oltre, sia per le sue spiagge sia per il borgo.

COSA VEDERE A CAPALBIO

Centro storico

Il centro storico è formato da piccole vie e vicoli, circondato da una doppia cinta muraria con camminamento percorribile, luoghi che hanno anche un qualcosa di misterioso. Nel cuore di esso svetta la Rocca Aldobrandesca, una fortificazione a L raggiungibile a piedi con la torre di origine medievale. Al suo fianco in stile rinascimentale si trova Palazzo Collacchioni, al suo interno si può ammirare il pianoforte di Giacomo Puccini suonato nei tanti soggiorni a Capalbio. Piatti tipici della tradizione maremmana come l’acquacotta, il buglione, il cinghiale si possono trovare in molte trattorie e ristoranti presenti nel centro storico e nei dintorni del paese, magari accompagnati da un bicchiere di Capalbio DOC, vino tipico di questa zona della Maremma.

Oasi di Burano

A pochi chilometri dal paese in direzione mare (tra Ansedonia e Chiarone) si trova la Riserva del WWF del Lago di Burano. La Riserva copre una superficie di 410 ettari di cui 140 occupati dal lago salmastro sul quale svetta la Torre di Buranaccio, una fortificazione del XVI secolo del tempo dello Stato dei Presidi. Le visite alla Riserva vengono organizzate dal WWF, sono presenti percorsi naturali e didattici, un giardino delle farfalle, un osservatorio per la visione notturna dei mammiferi ed un centro visite dotato anche di foresteria. La Riserva è un importante luogo di svernamento e sosta di un gran numero di uccelli: fenicotteri, oche selvatiche, gabbiani, beccapesci, tarabusi e aironi cenerini.

Giardino dei Tarocchi

A pochi chilometri dal paese di Capalbio si può visitare una vera e propria chicca della Maremma: il Giardino dei Tarocchi. Si tratta di un’unicità, un giardino esoterico realizzato dall’artista Niki de Saint Phalle a partire dal 1979 (aperto al pubblico dal 1998).
Nel giardino si trovano grandi sculture alte anche più di dieci metri dedicate ai simboli dei tarocchi. Una visita a questo museo/giardino unico è un vero e proprio viaggio in un mondo fiabesco sempre immersi nei panorami della campagna maremmana che è stata salvaguardata e che anzi si è sposata alla perfezione con l’architettura del giardino. Questo luogo è visitabile solo in alcuni periodi dell’anno (aprile-ottobre) e non sono ammesse visite guidate. L’ingresso al giardino ha un costo di 12€, 7 per il biglietto ridotto.

Spiagge

Altro elemento importante che ha reso Capalbio famoso in tutta Italia è il turismo balneare e quindi le sue spiagge, da sempre apprezzate anche da vip e personaggi di spessore del mondo politico e giornalistico. Le spiagge e gli stabilimenti balneari in questa area della Maremma sono rimaste piuttosto naturali nonostante i numerosi turisti che ogni anno le prendono d’assalto.

In realtà la spiaggia di Capalbio è solo una, un litorale unico che corre ininterrottamente per 12 chilometri, dal comune di Orbetello fino al confine con il Lazio. Spiagge abbastanza ampie e comode, fondale basso e sabbioso con alle spalle la macchia mediterranea. 

La Torba è la spiaggia di Capalbio più vicina ad Ansedonia con sabbia di colore più scuro, le spiagge sono sia libere che con stabilimenti balneari. Scendendo verso sud troviamo Macchiatonda. Qui ci sono due stabilimenti balneari e per il resto tutta spiaggia libera, un tratto selvaggio tra i più affascianti di Capalbio. Ancora più a sud al confine con il Lazio si trova il Chiarone con il famoso stabilimento balneare dell’Ultima Spiaggia.

GLI EVENTI DI CAPALBIO

Capalbio in fiera

PASQUA

In località Borgo Carige una fiera dedicata alle tradizioni maremmane e al country italiano

PhC Capalbio fotografia Festival

APRILE/MAGGIO

 Presso il Frantoio (locale/ristorante nel cuore del centro storico) un Festival di fotografia 

Capalbio è vino

LUGLIO

Un evento molto importante dedicato al mondo del vino. Si svolge sempre la sera del 10 agosto, in concomitanza con la notte di San Lorenzo. L’evento fa parte di un circuito nazionale legato a l’associazione Città del Vino e Movimento Turismo del Vino. Per le vie del centro storico ogni locale come ristoranti, vinerie ed enoteche propone un proprio piatto tipico in assaggio e ad esso viene abbinato il vino di un’azienda agricola locale. Un evento che permette di scoprire i sapori del territorio. 

Notti di poesia

LUGLIO

In Piazza Magenta appuntamento fisso dedicato alla poesia.

Sagra del pesce

LUGLIO

In località La Torba sagra con piatti tipici a base di pesce e non solo.

Capalbio libri

AGOSTO

In Piazza Magenta classico appuntamento estivo dedicato alla lettura e ai libri con ospiti importanti.

COME RAGGIUNGERE CAPALBIO

Antico Casale di Scansano – Capalbio 34,9 km (37 minuti circa)